Fabio Massimo Capogrosso

OGNUNO HA LA SUA STORIA

Fabio Massimo Capogrosso (Perugia, 1984)

Si sta distinguendo, nel panorama della musica contemporanea italiana, come uno dei compositori più interessanti della sua generazione.

Inizia giovanissimo lo studio del pianoforte affermandosi immediatamente in diversi concorsi nazionali ed internazionali: vince il Primo premio assoluto al "Concorso Internazionale per giovani interpreti" di Cassino e il Primo premio al "Concorso Nazionale Città  di Vasto".
L'unione di una certa vivacità musicale e culturale con un sempre crescente spirito di sperimentazione, lo porta ad intraprendere lo studio della composizione e, sotto la guida del Maestro Sergio Prodigo, consegue nel 2008 il diploma accademico di I Livello con il massimo dei voti e la lode. Nel 2009 si impone come “Most Accomplished Musician”, nella categoria compositori, all’IBLA Grand Prize Competition ottenendo anche una special mention. Nell’ottobre del 2011, con l’esecuzione da parte dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese del brano Ad Perpetuam Rei Memoriam, consegue la laurea specialistica di II livello in composizione sempre con il massimo dei voti e la lode.
Durante il percorso di studi frequenta masterclass tenute da Marco Angius, Matteo d’Amico, Carlo Crivelli, Giancarlo Schiaffini e studia orchestrazione con Alessandro Cusatelli.
Nel 2015, con il brano 4 Miniature per 4 Strumenti a Fiato, vince il Bassoon Chamber Music Composition Competition negli Stati Uniti d’America. Nel marzo del 2016 viene invitato a Tampa come vincitore del Call for score del New Music Festival indetto dall’University of South Florida.
E' stato ospite presso Festival nazionali ed internazionali come Suoni delle Dolomiti, Villa Pennisi in Musica, Pietre che Cantano, il festival Internazionale di Mezza Estate; e in teatri come il Grande di Brescia, il Parco della Musica di Roma, il Cilea di Reggio, il Palladium di Roma, Britton Recital Hall dell'Università del Michigan, Barness Music Recital Hall dell'Università della Florida del Sud.
Ha lavorato con artisti come Carlo Boccadoro, Pamela Villoresi, Marius Bizau, Gianfranco Rosi .
Sue composizioni sono state eseguite in Italia, Germania, Polonia, Belgio, Florida e Michigan da ensemble di chiara fama, tra cui: Sentieri Selvaggi, Sestetto Stradivari dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Quartetto Falstaff, Red4Quartet dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, President’s Trio dell’University of South Florida, Strings & HammersTrio Solotarev; e da musicisti come Sesto Quatrini, Anastasia Feruleva, Alessandro Soccorsi, Mara Oosterbaan, Dario Flammini, Edevaldo Mulla, Mina Mijovic, Eunmi Ko, Nina Kim, Conor Nelson, Emily Diez, Kevin Schempf e Susan Nelson McNamee.

Le sue composizioni sono pubblicate da Edizioni Curci (Milano) e Imagine Music (New York).


COSA DICONO DI ME

Le straordinarie musiche originali di Fabio Massimo Capogrosso, eseguite dal vivo dalle Red4Quartet, accompagnano lo spettatore nei diversi passaggi emotivi che la scrittrice attraversa ripercorrendo la propria esistenza e le incredibili vicende che hanno segnato la sua vita riuscendo, di volta in volta, a creare le atmosfere che preparano lo spettatore ad immergersi totalmente nelle parole e nelle immagini della messa in scena. 

il compleanno di mary - roma da leggere

Eccellenti le composizioni di Fabio Massimo Capogrosso eseguite dal vivo dal Red4Quartet, tessuto sonoro indispensabile e inscindibile dell’azione scenica di cui ha forgiato in parte il carattere. 


il compleanno di mary - il paroliere

È questo secondo movimento la chiave di tutta l’opera: un vero gioiello lirico che appare incastonato tra due tempi enigmaticamente convulsi e mai pacificati, quasi a rappresentarne un’immaginaria pace lontana, un’evasione che proietta l’ascoltatore in una dimensione in cui i contrasti appaiono sanati e risolti. La bellezza timbrica dei due strumenti, in costante dialogo fra loro, è impiegata da Capogrosso in molteplici direzioni ed è percepibile una ricerca sonora profonda, che certamente ha impegnato l’autore nel sondare ogni possibile amalgama con gli strumenti dell’orchestra. 

celestiana - articolo su strumenti e musica- marco gatto